chiamaci adesso

  • disinfestazione formiche

Disinfestazione Formiche

L'infestazione delle formiche è un evento fastidioso quanto comune. Può capitare che le fessure e le crepe delle case, soprattutto quelle vecchie o ristrutturate, diventino il rifugio ideale di una colonia di formiche. Per capire come mettere in atto una disinfestazione formiche con tutte le sue misure preventive, è necessario conoscere questo insetto e la sua classificazione. Infatti la dicitura di formica comprende diverse specie, e ciascuna di esse comporta particolari necessità di disinfestazione, sia nell'ambito delle sostanze usate che delle modalità della disinfestazione formiche. Come fanno le formiche ad arrivare in casa e stabilircisi? Per attuare una disinfestazione formiche bisogna prima conoscere le abitudini di formazione di una colonia. Le formiche provengono dai loro formicai e si incontrano all'aperto, dopo che le femmine fertili hanno sviluppato le ali (solitamente questo accade dopo un evento climatico come un temporale o un cambiamento improvviso del tasso d'umidità) e insieme ai maschi intraprendono il volo d'accoppiamento. Dopo l'accoppiamento, le nuove regine fecondate si apprestano a trovare un nido: quando hanno individuato un sito favorevole rimuovono le ali e scavano una piccola camera nel terreno o nel legno, nella quale depongono le uova. Una parte di queste uova è destinata a schiudersi, l'altra parte a fare da cibo alle nuove larve che verranno a formarsi.

disinfestazione formiche reggio calabria

Dopo la formazione delle prime formiche operaie, queste si spingeranno fuori dai confini del formicaio alla ricerca di cibo. Le formiche possono introdursi in gran numero nelle case per prendere d'assalto briciole, provviste e quant'altro, oppure possono essere già presenti in intercapedini tra le pareti, cantine o crepe in vecchi muri. Una formicaio è capace di generare nuove colonie in un arco di tempo di circa due anni a seconda della razza, per questo motivo una disinfestazione formiche che punti anche alla distruzione delle uova e delle larve è molto importante. Il riconoscimento della specie è fondamentale per ottenere quelle informazioni tattiche e comportamentali che costituiranno la base d'azione per la disinfestazione formiche: per esempio per localizzare il nido è utile sapere se la specie di formiche responsabile dell'infestazione si nutre di alimenti a base zuccherina o a base proteica, se è una specie che preferisce nidi in profondità o nidi vicini a fonti di nutrimento. La presenza nella zona di piante infestate da insetti come afidi che producono melata è infatti un elemento utile da valutare per definire la specie infestante. La disinfestazione formiche può essere ottenuta tramite tre metodi combinati: la modificazione dell'ambiente per renderlo ostile alla proliferazione (eliminazione di fonti di cibo, per esempio) modificazione meccanica dell'ambiente (chiusura di crepe e fori nei quali trovano alloggio) uso di specifiche formulazioni insetticide o di esche gradevoli alla formica ma intrise di sostanze che ne inibiscano la maturazione sessuale e la riproduzione. Nel settore della disinfestazione formiche occorre fare attenzione a una specifica razza di formiche chiamata Formica Faraone che non va trattata con insetticidi ad effetto residuale perché questi producono la frammentazione della popolazione del formicaio e la successiva formazione di numerose colonie, peggiorando l'entità dell'infestazione.
La disinfestazione formiche va quindi eseguita con l'uso di esche avvelenate per i membri addetti alla raccolta del cibo, ed esche basate su inibitori della crescita per tutti i altri membri del formicaio. L'importanza di una buona disinfestazione formiche appare vitale soprattutto in ambienti quali ospedali, cliniche, siti di elaborazione e confezionamento di alimentari e ristoranti, in quanto la formica può veicolare microorganismi patogeni e batteri come lo stafilococco, la salmonella, lo streptococco, il clostridium e tanti altri. Anche l'eventuale danneggiamento di apparecchiature e impianti elettrici imputabile all'azione delle formiche non è da sottovalutare: in particolare la formica della specie Faraone tende a danneggiare le strutture in legno.

disinfestazione formiche messina

La disinfestazione formiche eseguita da un personale esperto e competente è l'unica vera soluzione duratura a un'infestanzione, perché viene condotta da professionisti che conoscono le abitudini di questi insetti e non rischiano di aggravare la situazione suddividendo una piccola colonia in un inseme di colonie minori ma addirittura più fastidiose, che riproducendosi protraggono l'infestazione nel tempo e causano un effetto a macchia d'olio. La disinfestazione formiche fai da te non è mai un vero rimedio, ma un palliativo che uccide le formiche visibili a occhio nudo senza fare nulla per contrastare la riproduzione e l'espandersi dell'infestzione: per questo è sconsigliato affidarsi ai rimedi naturali. Rivolgersi a una ditta di disinfestazione può garantire un'efficacia totale e una buona prevenzione. La disinfestazione formiche eseguita in tutta sicurezza, con sostanze non tossiche per l'essere umano che agiscono solo sul sistema metabolico e fisiologico dell'insetto, è una prerogativa unica dei professionisti del settore: le loro sostanze esca inibitrici (IGR) vengono veicolate dalle formiche stesse senza bisogno di altro intervento umano. In questo modo l'esca condivisa tra le formiche porta la colonia all'autoeliminazione in tempi relativamente brevi, senza problemi di dispersione e tutelando la sicurezza di eventuali animali domestici presenti nella casa o nella zona da trattare. La disinfestazione formiche professionale è un metodo collaudato e accessibile, che non presenta controindicazioni.

Associato A.n.i.d. N°0132

associato anid

Certificazioni di Qualità

certificazioni

Associato A.N.Te.D.

associato anted