chiamaci adesso

  • Home
  • Monitoraggio H.A.C.C.P.

Monitoraggio H.A.C.C.P.

monitoraggio haccp

Il protocollo HACCP (il suo acronimo inglese è Hazard Analysis and Critical Control Points) colleziona al suo interno una serie di misure necessarie da adottare in modo da garantire sotto ogni aspetto la sicurezza dal punto di vista igienico e dell'affidabilità dei prodotti alimentari.
Uno degli obblighi che deriva da questo protocollo è proprio quello del monitoraggio insetti, cioè il controllo da parte del personale qualificato dell'integrità dell'area di lavoro e degli alimenti trattati in tale luogo, in modo da garantire la sua sicurezza in termini igienici a chi ne usufruisce servizi e prodotti.
Il piano di monitoraggio HACCP è un obbligo sancito dalla legge, non può quindi essere ignorato o preso semplicemente alla leggera.
Il monitoraggio insetti prevede il posizionamento in punti strategici del locale in questione, delle trappole dotate di esca; con la loro funzionamento è quindi possibile verificare la presenza di un'infestazione in modo diretto e veloce, e soprattutto affidabile al 100%. Nel caso in cui questi dispositivi di monitoraggio HACCP portino alla luce la presenza di animali indesiderati come per esempio insetti o ratti, è necessario ed obbligatorio ricorrere ad una disinfestazione. Ci sono alcune precisazioni che è importante sottolineare: come per esempio che i punti di controllo (trappole), possono contenere al loro interno del veleno o delle sostanze attrattive neutre; nel caso in cui si opti per una sostanza velenosa è necessario segnalare nelle prossimità della trappola, il nome della sostanza utilizzata e il suo antidoto; inoltre dovrà essere evidenziato anche il numero del centro antiveleni. Il numero delle postazioni varia in base alle dimensioni dei locali, in ogni caso è obbligatorio piazzarne almeno una. Il posizionamento delle trappole deve essere evidenziata nella piantina contenuta dei documenti del piano di autocontrollo HACCP.
Dopo aver seguito tutte queste istruzioni che risultano essere assolutamente obbligatorie, è altrettanto necessario verificare ogni 1-2 settimane lo stato delle trappole, servendosi durante l'ispezione dell'apposito modulo dove è possibile segnalare qualsiasi tipo di cambiamento (presenza di scarafaggi o no, o altre evidenze). Questa azione risulta essere molto rilevante al fine di garantire una perfetta condizione igienica negli ambienti presi in considerazione; il non adempimento alla compilazione del modulo di monitoraggio potrebbe risultare non solo una scelta poco consona rispetto alle norme igieniche, ma potrebbe inoltre tradursi in sanzioni inflitte dall'azienda che compie i controlli igienico-sanitari. Il posizionamento e il conseguente mantenimento e controllo periodico dei sistemi di monitoraggio HACCP sono un obbligo legale ed anche morale, tramite questi dispositivi è infatti garantito il totale controllo della presenza di insetti e ratti indesiderati, aiutando così i responsabili a mantenere un ambiente di lavoro pulito e igienico, senza rischi di contaminazioni e spiacevoli inconvenienti derivanti da una cattiva gestione igienico-sanitaria.
La determinazione tempestiva di qualsiasi tipo di animale indesiderato (insetti, roditori ed altri parassiti) comporta la possibilità di intervenire tempestivamente, così da evitare situazioni in cui l'infestazione possa comportare dei gravi danni alla salubrità degli ambienti e dei prodotti e delle persone che si trovano al suo interno.

Associato A.n.i.d. N°0132

associato anid

Certificazioni di Qualità

certificazioni

Associato A.N.Te.D.

associato anted